Chiesa di Santa Maria del Carmine (1703-1719), la più piccola posta all’ingresso del vecchio cimitero costruita sicuramente prima del terremoto del 1694, in quanto da questo venne interamente distrutta. In seguito venne riedificata ad opera della famiglia Baffari.

    L’interno ad una navata mostra un singolare apparato decorativo, realizzato da un frescante lucano della prima metà del Settecento. Sulla volta sono sviluppate scene della Risurrezione e figure dei dodici apostoli e di santi. Sull’arco trasversale della zona presbiterale sono evidenziati affreschi raffiguranti la Madonna del Carmine e figure di santi. Sulla parete frontale spicca la Trinità tra S. Giovanni Battista e S. Antonio di Padova.  


Sull’altare maggiore, in marmo policromo, si nota la secentesca scultura della Madonna del Carmine.

      Fino agli anni immediatamente seguenti la seconda guerra mondiale veniva utilizzata, essendo posizion